Per offrirti il migliore servizio possibile questo sito utilizza cookies. Cookie Policy & Privacy Policy

Tel. +39 02 98879353
HomeBlogManutenzione degli impianti filtri fumo. Come e quando farla

Manutenzione degli impianti filtri fumo. Come e quando farla

Quando e come va fatta manutenzione ai sistemi di sovrapressione per filtri a prova di fumo?

La nostra pluriennale esperienza nel campo della protezione delle vie di esodo, ci ha fatto comprendere come l’acquisto di un dispositivo di pressurizzazione sia solo il primo passo per garantire una corretta sovrappressione nei locali filtro. Ad essa deve infatti affiancarsi una corretta progettazione dei filtri e soprattutto una manutenzione attenta soprattutto per impianti di questo tipo, che si spera non debbano mai intervenire per tutta la durata della loro vita finendo così, quasi sempre, per essere dimenticati. Ricordiamo infatti che gli impianti di pressurizzazione devono funzionare anche a distanza di anni dalla prima installazione. Batterie esaurite o temporaneamente scariche, problemi di alimentazione o di collegamento tra i diversi componenti del sistema, possono inficiare la funzionalità delle macchine in caso di bisogno.

Ma quando e come va fatta manutenzione ai sistemi di sovrapressione per filtri a prova di fumo?

 

QUANDO FARE MANUTENZIONE?

Nel caso degli Impianti Filtro Fumi non abbiamo una norma di riferimento, però possiamo certamente equipararli a dei presidi antincendio, e quindi seguire la normativa UNI 9994-1, che prevede una manutenzione con cadenza semestrale.

La manutenzione dei sistemi di pressurizzazione deve essere fatta quindi con una cadenza semestrale da personale qualificato e ogniqualvolta si presenti un segnale di anomalia sul quadro di comando della macchina (controllo visivo). Questi segnali di anomalia possono essere remotizzati tramite un sistema I.o.T. per una sorveglianza ancora più tempestiva.

 

COME FARE MANUTENZIONE?

Il controllo periodico, effettuato da personale qualificato, consiste in una serie di operazioni atte a verificare la completa e corretta funzionalità dell’Impianto.

Le operazioni da eseguirsi durante il controllo periodico sono specificate nel libretto di uso e manutenzione, di cui le principali sono le seguenti:

- controllare visivamente lo stato del locale filtro per rilevare l’eventuale presenza di fori o punti di perdita aeraulica;

- controllare che il canale di adduzione aria non sia ostruito;

- controllare che la ventola del pressurizzatore sia libera di girare senza impedimenti;

- controllare che nessun led rosso posto sulla portella del quadro di alimentazione e controllo sia acceso e che in presenza di display non ci siano indicazioni di errore e/o malfunzionamenti, in caso contrario seguire le istruzioni del manuale di uso e manutenzione;

- effettuare l’accensione della macchina attraverso l’apposito pulsante TEST per verificarne l’effettiva funzionalità.

Una volta terminato il controllo, il tecnico è tenuto alla compilazione del verbale di manutenzione e a segnalare le eventuali anomalie riscontrate.

 

L’IMPORTANZA DEL SISTEMA DI REMOTIZZAZIONE ALLARMI I.o.T.

Il nostro sistema di remotizzazione sfrutta la tecnologia IoT (Internet of Things) che permette di comunicare in tempo reale tutti gli stati della macchina.

In caso di anomalia il sistema invierà un alert al nostro portale dedicato.

Dal portale è possibile inserire uno o più indirizzi mail in modo da allertare in tempo reale i responsabili alla manutenzione e poter programmare un intervento tempestivo per il ripristino del normale stato di funzionamento dell’impianto.

In questo modo potremo garantire la sicurezza delle vie di esodo 365 giorni l’anno.

Per dubbi o qualsiasi informazione aggiuntiva potete contattarci a pressurizzatori@afsystems.it

 

"Tecnologia al servizio della sicurezza"

Contattaci

Telefono: +39 02 98879353
E-mail: pressurizzatori@afsystems.it


TOP